2gether: hakercati il 29% di tutti gli account di criptovalute

Dopo l’annuncio da parte dei rappresentanti di 2gether sull’hacking della piattaforma, oggi sono arrivati i prime dati concreti sulla gravità dell’accaduto. Il primo a parlare è stato il CEO della startup Ramón Ferraz Estrada:

“Buongiorno. Dopo aver respinto l’attacco di venerdì e quantificato ieri la dimensione del problema (hackerati il 29% di tutti gli account di criptovalute), oggi la nostra priorità è fornire agli utenti una soluzione per ripristinare l’app. Mi dispiace che facciamo poca comunicazione, ma stiamo cercando di risolvere il problema al più presto.”

Inoltre, secondo le prime stime della startup, gli hacker sono riusciti a rubare circa 1.3 milioni di euro in criptovalute:

“Le quantità di criptovalute rubate, secondo la nostra analisi preliminare, ammonta a circa € 1.3 milioni. Le carte di debito e di credito non sono state compromesse, sia quelle di 2gether che quelle utilizzate per depositare euro. Anche i token 2GT non sono stati compromessi.”

Il CEO di 2gether ha anche dichiarato che la sua azienda sta raccogliendo tutti i dati per trasferirgli alle autorità ed avviare un’indagine ufficiale: 

“Stiamo raccogliendo tutte le informazioni che abbiamo per trasferirle alle autorità locali.”

Cos’è 2gether

2gether è una startup emittente di una carta di debito su circuito Visa per effettuare pagamenti attraverso sette criptovalute. Fra le monete presenti all’interno del wallet vi sono Bitcoin (BTC), Ethereum (ETH), Ripple (XRP), Bitcoin Cash (BCH), EOS, Stellar (XLM) e Litecoin (LTC).

Infine ricordiamo che, oltre agli account di criptovalute, 2gether ha riportato che gli hacker sono anche riusciti ad entrare in posseso del datebase con le password degli utenti. Quindi, se usate le stesse credenziali di 2gether anche su altre piattaforme, vi consigliamo di cambiarle.

Per non perdere le notizie più importanti provenienti dal mondo delle criptovalute iscriviti a CryptoRivista su: Facebook Twitter Telegram LinkedIn.