Cos’è Brave Browser e come funziona

Brave, spesso chiamato anche “crypto-browser”, è un progetto open-source basato su Chromium. Il browser è stato creato dal co-fondatore di Mozilla e creatore di JavaScript, Brendan Eich. Inoltre, essendo un “crypto-browser”, Brave offre la possibilità agli utenti di guadagnare la criptovaluta BAT (Basic Attention Token) per la visualizzazione degli annunci pubblicitari.

Indipendentemente dal browser che preferisci, possiamo tranquillamente affermare che, finora, non esiste uno ideale.  

In ciascun browser sono presenti i punti di forza, nonché quelli di debolezza e, in base alla loro combinazione, ogni utente può scegliere l’opzione migliore per le proprie esigenze.

Oggi analizzeremo alcuni motivi per provare il browser Brave.

1. Brave è davvero un browser che si prende cura della privacy?

Brave è costruito sulla base di Chromium, che funge da core per la maggior parte dei browser sul mercato, incluso Google Chrome. La differenza più importante tra loro è la presenza del modulo “Shields” su Brave, che blocca automaticamente le pubblicità e i tracker quando si aprono pagine web.

Pertanto, usando Brave non è più necessario installare estensioni di terze parti come AdBlock.

Inoltre, è importante sottolineare che Brave consente di navigare in sicurezza sul Web mantenendo i tuoi dati al sicuro.

2. Brave è davvero più veloce di Chrome?

Una parte significativa del tempo dedicato al caricamento delle pagine visitate dall’utente ricade proprio sul caricamento di annunci pubblicitari e tracker. Per questo motivo, visto che Brave blocca tutti script di terze parti, è significativamente più rapido rispetto ad altri browser popolari.

Inoltre, Brave consuma il 30-40% in meno di RAM rispetto a Google Chrome. Forse, quest’ultimo dato non è molto evidente su PC potenti. Tuttavia, dove Chrome funziona a “rilento”, Brave può rivelarsi un’ottima alternativa.

3. Brave paga per navigare?

Attualmente, Google domina il mercato della pubblicità digitale. Il servizio AdSense consente agli inserzionisti di mostrarti gli annunci mirati, il cui numero cresce ogni giorno. E come abbiamo già visto prima, Brave Shields blocca con successo questo tipo di pubblicità.

Tuttavia, i creatori di Brave non cercano affatto di sradicare totalmente la pubblicità digitale, ma offrono un approccio completamente nuovo. Gli utenti possono facoltativamente aderire al sistema Brave Rewards, che mostra un numero limitato di annunci pubblicitari (fino a 5 all’ora), la cui visualizzazione viene premiata in criptovaluta Basic Attention Token (BAT). Al momento, questa funzione è disponibile sia su PC che nelle versioni smartphone del browser.

4. Cosa posso fare con il mio guadagno? 

I token BAT possono essere venduti sugli exchange di criptovalute e convertiti in FIAT. Inoltre, Brave invita gli utenti a supportare i creatori di contenuti interessanti con delle donazioni in token BAT.

Per fare ciò, un utente interessato deve aderire al progetto di Basic Attention Token (creando un wallet gratuito direttamente nel browser). Attualmente oltre 300.000 editori, inclusi i siti prestigiosi come The Washington Post e The Guardian, percepiscono donazioni in BAT. A proposito, il numero di “produttori di contenuti” può includere non solo grandi pubblicazioni, ma anche blogger, streamer e persino sviluppatori.

5. Posso utilizzare Brave con Tor?

Adesso passiamo alla questione della privacy. Brave Shields aiuta a nascondere i dati personali sui siti visitati. Ma il tuo ISP, o il proprietario della rete Wi-Fi pubblica a cui ti connetti, ha l’accesso a tutta la cronologia della tua navigazione in Internet.

Supponiamo che, per qualche motivo, desideri nascondere a tutti le informazioni sui siti visitati o visitare uno dei siti bloccati dal provider. In questo caso, la connessione alla rete Tor sarà la soluzione più semplice ed efficace. Brave ti consente di farlo letteralmente in un paio di clic o con una semplice scorciatoia da tastiera: Alt+cmd+N per gli utenti Mac o Alt+Shift+N per gli utenti windows . (Leggi anche: il modo più semplice per accedere a Tor)

6. Posso scaricare i torrent?

Si, Brave supporta i torrent, consentendo all’utente non solo di scaricare i file senza un’app di terzi, ma anche di avviare la riproduzione dei contenuti video o audio durante il download. Una funzione incredibilmente conveniente che i fan delle serie TV apprezzeranno sicuramente.

7. Brave è compatibile con le estensioni di Chrome?

Brave consente di utilizzare tutte le estensioni disponibili nel Chrome Web Store. Dai Temi ai gestori di password passando per i servizi di cashback: tutte le tue estensioni preferite possono essere aggiunte al browser Brave.

Quindi, con una probabilità del 60%, possiamo affermare che hai aperto questa pagina su Google Chrome. Non ti diamo torto, visto che stai utilizzando il browser più popolare al mondo: con una vasta libreria di estensioni, supporto per tutte le tecnologie rilevanti, un’interfaccia semplice ed intuitiva. 

Ora, immagina che ti offrano le stesse funzioni (ad eccezione, forse, dell’integrazione con i servizi di Google) ma con i bonus piacevoli ed utili. Perché non provi a superare il tuo conservatorismo?

Puoi scaricare Brave Browser utilizzando questo link.