15-02-2019 1 minuto

Bitcoin - L'indonesia riconosce le criptovalute come 'commodities'

vlad Scritto da Vlad Golub

I regolatori dell'Indonesia hanno finalmente riconosciuto Bitcoin e altre criptovalute come materie prime, fornendo così un supporto legale per il trading di valute virtuali.  Di conseguenza, gli exchange registrati nel paese hanno ora una serie di requisiti che devono essere soddisfatti prima di essere autorizzati a operare. La notizia è riportata da Bitcoinist.

 

Il Consiglio di supervisione dello scambio di futures del ministero del commercio indonesiano (Bappebti) ha emanato il regolamento n. 5/2019 che include norme per gli scambi di criptovalute, nonché un riconoscimento formale delle criptovalute come materie prime.  Sulla base della nuova sentenza, il commercio di valuta virtuale è ora legalizzato nel paese.

 

Come parte della nuova serie di leggi, gli scambi Bitcoin devono impiegare i servizi di esperti di sicurezza IT e tenere traccia delle loro transazioni per un minimo di cinque anni.  Inoltre, uno dei loro server deve essere domiciliato nel paese e devono avere strutture organizzative chiaramente definite con dipartimenti come legale, audit e supporto clienti.


Il capo di Bappebti, Indrasari Wisnu Wardhana, ha inoltre evidenziato la necessità di questi regolamenti dicendo: 

 

'Vogliamo dare protezione alle persone che vogliono investire in attività crittografiche in modo da non essere imbrogliate da venditori fraudolenti.'


In conclusione ci preme sottlineare che nonostante queste nuove leggi forniscono certezza giuridica agli exchange di criptovalute, tali servizi sono in realtà operativi nel paese sin dal 2014. Ma nonostante il riconoscimento formale dato alle valute virtuali come materie prime, il divieto di pagamento di criptovalute è ancora in vigore!

 

Widjanarko, alto dirigente della banca apicale indonesiana (BI), ha commentato:

 

'È che la BI proibisca ancora Bitcoin o le crypto come mezzo di pagamento, ma  la regolamentazione delle 'materie prime' non è un'area di interesse per la BI.'