30-12-2018 2 minuti

Banca Centrale Europea Sfida o Aiuta Ripple con TIPS

CryptoRivista Scritto da CryptoRivista

Il 30 novembre a Frascati(Roma), si è tenuta la presentazione per il lancio ufficiale di TIPS.

 

TIPS (TARGET Instant Payment Settlement), è una nuova infrastruttura di mercato lanciata dalla BCE. Permette ai fornitori di servizi di pagamento di offrire trasferimenti di fondi ai propri clienti in tempo reale, 24h su 24h 7 giorni su 7 e con costi di commissioni bassissimi, pari a 0,002€ fino al 2020. 


 

 

TIPS attualmente risolve solo i transazioni in euro. Tuttavia, in caso di domanda, potrebbero essere supportate anche altre valute.

 

TIPS va quindi a creare un nuovo livello giuridico, standardizzato alla quale servizi esterni possono agganciarsi, così da ridurre la frammentazione dei sistemi di pagamento, in Europa.

 

Ecco come Benoît Cœuré, membro del consiglio di amministrazione della BCE, ha descritto il beneficio di TIPS in un intervento all'inizio di quest'anno:

"In effetti, nell'area dell'euro, dove prevalgono diversi quadri giuridici e abitudini dei clienti, c'è sempre il rischio di una nuova frammentazione derivante dallo sviluppo di soluzioni nazionali o ad anello chiuso che non siano interoperabili. Per contrastare questo rischio, l'industria europea dei pagamenti sta lanciando un sistema di pagamenti istantanei veramente paneuropeo. "

 

A questo punto potrebbe sembrare che la BCE abbia dichiarato guerra alle criptovalute, le quali si propongo come soluzione più rapida ed economica rispetto agli attuali mezzi (es. bonifici), mantenendo il sistema centralizzato.


 

 

Sotto alcuni punti di vista il sistema TIPS, assomiglia molto a Ripple, infatti, i fornitori di servizi di pagamento sono tenuti a mettere da parte un po’ della loro liquidità nella banca centrale del loro paese. Questa liquidità sarà utilizzata per regolare i pagamenti istantaneamente senza tempi di attesa.

 

Quindi TIPS, renderà inutile Ripple ed XRP, relegandola almeno per il momento al settore dei pagamenti transfrontalieri?

 

Scavando un po’ più in profondità però scopriamo che allo sviluppo di TIPS e di altre soluzioni per i pagamenti bancari lavora TAS Group. 

 

TAS Group ha diverse importanti partnership con banche in Europa. La società funge da specialista di innovazione aziendale per le banche di tutta Europa, offrendo denaro elettronico, sistemi di pagamento , mercati dei capitali e soluzioni aziendali estese a clienti in tutto il continente.

 

Qui le cose si fanno interessanti: l'ultima versione di TAS Group della piattaforma Bank Liquidity Management è stata appositamente progettata per offrire la massima interoperabilità con lo standard di pagamento TIPS. Le banche possono utilizzare la Bank Liquidity Management Platform di TAS Group per passare senza problemi al nuovo protocollo di pagamento TIPS; come possiamo vedere dalla pagina dei partner di TAS Group, Ripple è uno di questi, da ormai 3 anni!


 

 

Quindi forse, per Ripple non è ancora scoccata l’ultima ora, anzi… Potrebbero essersi assicurati un posto nel futuro dei pagamenti tramite due mosse; la prima è la partnership con TAS Group, ed il lavoro che stanno facendo per implementare un'API aperta in grado di connettere le reti di Ripple con la nuova piattaforma, che potrebbe quindi in futuro vedere adottate su  TIPS

 

Oltre all'API aperta, le tecnologie esistenti di Ripple potrebbero svolgere un ruolo cruciale nel proseguimento dell'attività bancaria europea. xVia , ad esempio, facilita l'interoperabilità transfrontaliera tra le istituzioni finanziarie, come dichiara anche la FIS (Fidelity National Information Services) nella loro relazione. 


 

 

Mentre xCurrent è già utilizzato da numerose importanti istituzioni finanziarie internazionali.

 

Nel frattempo, la tecnologia xRapid basata su XRP lanciata in questo anno, viene già utilizzata da qualche banca.

 

Alcuni osservatori, fanno notare però che questa nuova soluzione proposta dalla BCE potrebbe aver smorzato l’entusiasmo per il rilascio di xRapid.

 

Anche se, forse uno standard univoco sulla quale far confluire tutti i diversi sistemi di pagamento, potrebbe essere la soluzione che Ripple stava aspettando, visto che questo sistema si potrebbe adattare bene magari anche ad uno solo dei tre servizi da loro proposti, che però poi avendo un’interoperabiltà fra loro potrebbero aprire più soluzioni rendendo Ripple un’opzione molto interessante.