19-04-2019 1 minuto

Il candidato alla presidenza degli Stati Uniti ha spiegato la sua posizione sulle criptovalute

scavolize Scritto da Andrea Scavolini

Il candidato alla presidenza degli Stati Uniti del Partito Democratico, Andrew Yang, ha presentato la sua posizione sulla questione della regolamentazione del settore delle criptovalute. A suo parere gli Stati Uniti hanno bisogno di chiare linee guida nel campo delle risorse digitali, che consentano alle imprese e ai singoli imprenditori di investire senza preoccuparsi dei passi del regolatore.Yang è diventato il primo candidato alla presidenza del 2020, e ha proposto una specifica politica per le criptovalute.

 


 

Yang ha sottolineato che il settore si sta sviluppando più velocemente delle politiche normative e diversi stati hanno approvato leggi in conflitto. Il candidato è convito che questo ritardo normativo potrebbe danneggiare gli Stati Uniti nel campo degli investimenti. In qualità di Presidente, Andrew Yang, contribuirà alle seguenti fasi: determinare lo status di un token [riconoscendo l'esistenza di utility token], definire i poteri dei dipartimenti federali, assicurare la protezione dei consumatori nel campo delle criptovalute, sviluppare una chiara politica fiscale e creare un quadro normativo unificato.

 


 

L'organizzazione Coin Center, che si occupa degli interessi della crypto-industria a Washington, ha apprezzato molto le intenzioni di Yang e ha sottolineato che il candidato è arrivato alle giuste conclusioni.