Cryptorivista - HTC ha ufficialmente presentato il primo blockchain-smartphone: Exodus

Scritto da Vlad Golub
1 minuto 23-10-2018

Banner image

In una conferenza a Berlino, HTC ha presentato la prima versione del blockchain smartphone chiamato Exodus 1. Il dispositivo sarà in vendita da dicembre di quest’anno.

 

 

 

Lo smartphone ha uno schermo da sei pollici, due fotocamere, il processore Qualcomm Snapdragon 845, la batteria da 3500 mAh e il sistema operativo Android Oreo. Inoltre, Exodus 1 ha un co-processore di sicurezza Secure Enclave. Quest’ultimo permette di nascondere i dati dal sistema operativo Android.

 

Per di più nello smartphone è integrato un meccanismo per il ripristino di chiavi private dei Crypto-wallet. Per fare ciò, l'utente deve dividere la propria frase SEED tra diversi contatti fidati. In caso di furto del dispositivo, l'accesso ai portafogli sarà possibile combinando tutte le parti.

 


 

Secondo il portavoce di HTC, Phil Chen, EXODUS 1 è "un elemento fondamentale della nuova Internet”. In futuro, HTC ha in programma di migliorare la parte hardware del dispositivo e sta aspettando il feedback dagli sviluppatori e degli utenti.

 

Acquistare il primo blockchain smartphone sarà possibile in 34 paesi, tra cui Stati Uniti, Regno Unito, Hong Kong e Singapore. Il costo del dispositivo è 0,15 BTC o 4,78 ETH.

 


 

Per maggior detagli potete consultare il sito ufficiale

Aggiornamento giornaliero

I nostri social


Le idee e le opinioni espresse in questo articolo non sono da considerare come un consiglio finanziario. Qualsiasi trade o investimento comporta dei rischi: si consiglia di condurre la propria ricerca prima di prendere una decisione definitiva. Il sito CryptoRivista.com non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001

[@username_url] profile img @vlad
Vlad Golub
CEO
570 NOTIZIE
10 ARTICOLI

Vlad Golub è il CEO di CryptoRivista ed è uno dei autori. Interessato alla scena di Bitcoin sin dal 2014, adora scrivere dei nuovi modi grazie ai quali la tecnologia Blockchain migliorerà il mondo.
Social: