17-04-2019 1 minuto

L’amministrazione Trump sta indirettamente favorendo la #massadoption

alexfer33 Scritto da Alessio Ferraro

La proposta di rimpatrio fiscale del presidente Donald Trump, la quale imporrebbe la Remittance Tax, una tassa aggiuntiva sul denaro inviato al di fuori degli Stati Uniti nel tentativo di frenare l'immigrazione, potrebbe spingere le criptovalute verso l'adozione di massa.

 

Secondo i dati rilevati da Coin Dance, società che si occupa di analizzare l'utilizzo di Bitcoin e delle criptovalute in tutto il mondo, dopo l'annuncio di Trump sono aumentati i volumi delle piattaforme di scambio peer-to-peer specializzate per l'invio di denaro transfrontaliero.

 

L'iniziativa di Trump è orientata a penalizzare gli immigrati che lavorano negli Stati Uniti, i quali inviano il proprio denaro ai loro paesi d'origine.  Come delineato da Billy Bambrough, autore di Forbes, la politica potrebbe rendere le criptovalute una valida alternativa al denaro fiat. Essa infatti permetterebbe agli utilizzatori di evitare le tasse aggiuntive imposte dal governo.

 

Se il Presidente Trump avanzasse con la sua proposta di legge, la via dell'invio di denaro tramite risorse digitali diventerebbe un metodo ancora più allettante ed aumenterebbero notevolmente i casi d'uso delle criptovalute.

 

Localbitcoin, Paxful e Bisq sono solo alcune delle piattaforme evidenziate nell'analisi di Coin Dance. Secondo i dati raccolti, sia il Messico che il Venezuela hanno stabilito nuovi massimi storici nel volume di scambi. Gli utenti messicani hanno inviato oltre 500.000 dollari in crypto attraverso queste piattaforme nelle prime due settimane di aprile.

 

Mentre l'amministrazione Trump deve ancora fornire dettagli conclusivi sulla remittance tax, l'ipotesi è che il piano seguirà quanto già proposto dall'ex segretario di stato del Kansas, Kris Kobach. Kobach ha parlato della Remittance Tax in un'intervista a Breitbart la scorsa settimana:

 

'La Remittance Tax serve a colpire l'invio di denaro al di fuori degli USA per la maggior parte delle persone che vivono qui illegalmente.  Questa è una minaccia che potremmo portare avanti perché aiuterebbe effettivamente la nostra economia. Il denaro non verrebbe più inviato all'estero, rimanendo in circolazione negli Stati Uniti, aiutando pertanto la ripresa della nostra economia.'

 

Il portavoce della Casa Bianca Hogan Gidley ha dichiarato all'Associated Press che l'amministrazione Trump sta cercando di inserire questa tassa per deincentivare l'immigrazione.

 

'L' amministrazione sta lavorando per garantire l'attuazione fedele delle norme sul benessere degli immigrati e per proteggere i contribuenti americani.'

 

Mentre è probabile che la tassa costituisca una parte della campagna di rielezione del Presidente Trump per il 2020, la politica potrebbe, in ultima analisi, portare ad una maggiore discussione e l'adozione delle criptovalute si proporrebbe come alternativa alle politiche finanziarie imposte.