12-11-2018 2 minuti

Gli esperti hanno previsto il rapido aumento dei prezzi di Gram (il futuro token di Telegram)

vlad Scritto da Vlad Golub

Telegram Open Network (TON), creato da Pavel Durov, una piattaforma blockchain, può competere con le grandi aziende che operano nel campo del 'cloud storage', dei servizi DNS e degli anonymizer. Entro il 2026, in ciascuna di queste aree, la piattaforma potrebbe occupare fino al 10% del mercato globale. Ciò è dimostrato dai dati del rapporto della società di investimento 'Hash CIB', pubblicato da 'Kommersant' .

 

Basandosi su ricerche di altre società, i dati della 'Securities and Exchange Commission' degli Stati Uniti e una propria metodologia; gli analisti di 'Hash CIB' hanno calcolato che il volume delle operazioni di servizio di archiviazione delle informazioni di TON Storage, entro il 2026, potrebbe raggiungere $ 17,1 miliardi l'anno.

 

Inoltre, i ricercatori hanno calcolato il 'fair value' del token Gram a circa $ 5,9, che è 4,4 volte più alto del prezzo di $ 1,33 fissato nella seconda fase dell'ICO.

 

Allo stesso tempo, gli 'esperti' avvertono che la loro valutazione potrebbe non riflettere il costo reale della criptovaluta, dal momento che è improbabile che il mercato possa valutare il token Gram in modo razionale e in futuro potrebbero essere livellati alcuni fattori di rischio del progetto.

 

Allo stesso tempo, un certo numero di altri esperti ha incontrato una valutazione simile con un po' di scetticismo. Pertanto, il co-fondatore di 'TMT Investments' (Artem Inyutin) ritiene che TON non sarà in grado di occupare il 10% dei mercati DNS e di cloud storage a causa degli 'alti progetti blockchain'. 

 

'È importante che il progetto sia ambizioso. La piattaforma TON ha riunito un team unico, ma credo non riusciranno a superare le aziende con una capitalizzazione di oltre $ 1 miliardo', ha dichiarato Inyutin.

 

Secondo il managing partner di Leta Capital, Alexander Chachava, qualsiasi popolare instant messenger, principalmente WeChat e Facebook, oltre a progetti blockchain in grado di risolvere rapidamente i problemi di scalabilità e compatibilità può diventare un concorrente della piattaforma blockchain di Telegram.

Anche le prospettive del progetto sul mercato VPN sollevano dubbi tra gli esperti.

 

'Per quanto ne so, il concetto di lavoro del servizio proxy non è mai stato presentato. È difficile prevedere il valore di ciò che non può ancora essere valutato', spiega l'amministratore delegato di TorGuard (Benjamin Van Pelt). 

 

L'ovvio vantaggio della piattaforma risiede in un'ampia base di utenti, che nel marzo 2018 ha raggiunto 200 milioni di persone. Allo stesso tempo, dicono gli analisti, i mercati più richiesti dal progetto TON in Europa occidentale, negli Stati Uniti e in Asia sono ancora scarsamente coperti.

 

'Un altro problema per il progetto di Pavel Durov potrebbe essere la dipendenza dai data center situati in Europa e negli Stati Uniti e gli investimenti raccolti in dollari che possono essere congelati' , suggerisce Anton Rosenberg (ex direttore di una delle strutture di Telegram). 

 

Allo stesso tempo, Rosenberg, fa la scommessa principale sulla criptovaluta Gram, che, a suo parere, è in grado di ‘dare fastidio’ ad Ethereum, ma solo nel caso dell'implementazione della blockchain 'veloce, stabile e sicura'. 

 

Ricordiamo che il 'Telegram Open Network' (TON) dovrebbe diventare un 'blockchain di terza generazione' dopo Bitcoin ed Ethereum con le funzionalità di nuovo livello. I token Gram saranno utilizzati per i pagamenti interni.

 

Inoltre sottolineato che, nel 2018, Telegram in due turni dell’ICO chiusa ha raccolto $ 1,7 miliardi da 175 investitori.

 

Il test della piattaforma blockchain Telegram Open Network (TON) è programmato per il tardo autunno.