08-04-2019 3 minuti

Boltz , il nuovo exchange che supporta Lightning Network

scavolize Scritto da Andrea Scavolini

 

“Il trading non dovrebbe richiedere un account.”

 

Questo è lo  slogan del nuovo exchange di criptovalute di nome Boltz.

 

La settimana scorsa, senza troppa pubblicità, è stata lanciata la nuova piattaforma di scambio di criptovalute. Il sito è open source, senza sistemi di verifica KYC e offre lo scambio Bitcoin (BTC) / Litecoin (LTC) e viceversa utilizzando i protocolli Lightning Network e Submarine Swaps.

 

La piattaforma è attualmente disponibile per il test alfa, gli scambi tra Bitcoin e Litecoin sono possibili tramite LN.

 

I creatori di Boltz hanno anche chiarito che la nuova piattaforma può essere considerata un concorrente all’exchange ShapeShift, che, dopo aver annunciato nuove regole che richiedono la disponibilità obbligatoria di account verificati, è stato pesantemente criticato dalla community.

 

'Creando l’account all’interno delle piattaforme come ShapeShift, stai dando il governo e chiunque possa accedere a quei dati KYC, il potere non solo di sapere che hai asset digitali ma anche di confiscarli durante un trade. Abbiamo creato Boltz con il sogno di un mondo finanziario più equo e con l'obiettivo di dare agli utenti la sovranità finanziaria. Pertanto, Boltz non raccoglie mai dati in grado di identificare i nostri utenti ', afferma il sito web .

 

Il blog dell’exchange rileva che con il lancio di Boltz  gli sviluppatori stanno anche cercando di risolvere il problema della creazione di liquidità in entrata, che gli operatori dei nodi Lightning spesso affrontano.

 


Mentre il Lightning Network aiuta a facilitare la scalabilità di Bitcoin e offre transazioni più veloci ed economiche, Boltz quindi colma i due livelli con submarine swaps, in modo che le transazioni su catena funzionino perfettamente insieme al Lightning Network.

 

Fino a poco tempo fa i trader che iniziavano ad utilizzare i LN potevano connettersi manualmente ad altri membri della rete per aprire un canale o utilizzare servizi come il Lightning Loop per ricevere liquidità in entrata. Ora l'elenco di queste opzioni viene aggiornato con Boltz.

 

Allo stesso tempo la piattaforma utilizza la tecnologia Submarine Swaps, che offre la possibilità di eseguire transazioni tra gli indirizzi della rete Bitcoin principale e Lightning Network e viceversa.

 

Uno dei vantaggi attuali di questo servizio è che può fornire capacità in entrata sui canali lightning. Acquisire liquidità in entrata può essere una seccatura senza effettuare transazioni in uscita, soprattutto per i commercianti. Anche Lightning Labs con la funzione “Loop”  fornisce un servizio simile, ma senza l'interfaccia utente grafica del nuovo scambio.

 

Un altro concorrente nella categoria di scambi tramite lightninig network è ZigZag.io.  Attualmente ancora in fase di beta test, consente scambi da bitcoin lightning a BTC, LTC, DASH, ETH. Dichiara inoltre di supportare il denaro in bitcoin, ma non sembra un'opzione disponibile. I pagamenti vengono scambiati fuori catena, ma ZigZag spera di implementare swap atomici in futuro, per migliorare la minimizzazione della fiducia.

 

Mentre Boltz è ancora molto in fase sperimentale (come lo stesso LN), sarà interessante vedere se raggiunge il suo obiettivo dichiarato di incoraggiare l'adozione di LN.

 

Per concludere, riferiamo che uno dei primi a testare le capacità di Boltz è stato il creatore di Litecoin Charlie Lee. Allo stesso tempo, ha criticato la recente dichiarazione di Mike Novogratz, che ha definito Litecoin “la rete testNet della prima criptovaluta ampiamente pubblicizzata” e ha invitato gli investitori a vendere LTC.

 


'Non c'è niente di più errato! Alte commissioni? Basta  creare Submarine Swap tra la rete LTC principale e Lightning per BTC. Dopo di che utilizzate LTC per ricaricare  il portafoglio Veloce: circa 2,5 minuti. Economico: commissioni misere', ha scritto Charlie Lee.