26-04-2019 6 minuti

Bitfinex avrebbe utilizzato di nascosto dei fondi Tether per coprire 850 milioni di dollari di perdite

gdbroad Scritto da Gianluca Diomedi

L'ufficio del Procuratore Generale di New York ha affermato che Bitfinex ha perso $ 850 milioni e in seguito ha utilizzato i fondi della stablecoin affiliata Tether per coprire segretamente il deficit.

 

Secondo un comunicato stampa pubblicato giovedì, il NYAG Letitia James ha annunciato di aver ottenuto un ordine del tribunale contro la iFinex Inc., che gestisce sia Bitfinex che Tether, ordinando loro di cessare le violazioni delle norme dello stato di New York e di frodare i residenti.

 

"Lo stato di New York ha aperto la strada nel richiedere alle imprese di moneta virtuale di operare secondo la legge. E continueremo a stare in piedi per gli investitori e cercheremo giustizia per loro conto quando vengono sviati o ingannati da una di queste società "  - dichiara Letitia James 

 

Secondo il comunicato, Bitfinex ha inviato $ 850 milioni di fondi di clienti e società a Crypto Capital Corp., un processore di pagamento che si dice detenga fondi anche da altre borse, come QuadrigaCX. I fondi della riserva di Tether sono stati utilizzati per recuperare il deficit, ma né la perdita né i movimenti del fondo Tether sono stati resi noti ai clienti.  Finora sono stati utilizzati $ 700 milioni.

 

Secondo l'ordine del tribunale, i direttori, i funzionari, i direttori, gli agenti, i dipendenti, gli appaltatori, gli assegnatari o altri soggetti affiliati di iFinex devono cessare l'accesso, prestare o fare qualsiasi altro diritto sulle riserve in dollari detenute da Tether. Allo stesso modo, agli individui affiliati a iFinex viene ordinato di non manomettere alcuna documentazione, compresi i registri, che delinei queste azioni.

 

In particolare, l'ufficio dell'AG non sta cercando di impedire scambi legittimi su Bitfinex o riscatti di Tether ,  al contrario, l'ufficio chiede al tribunale di concedere un'ingiunzione preliminare per "preservare lo status quo" in attesa del completamento dell'indagine.

 

L'azione arriva mesi dopo che l'ufficio dell'AG ha pubblicato i risultati della sua indagine , concentrandosi su un gruppo che includeva Bitfinex.

 

L'attenzione sulle riserve di Tether è notevole, dato il lungo controllo rivolto all'azienda e alla sua stablecoin USDT. I critici hanno affermato che il token, con la sua capitalizzazione di oltre $ 2 miliardi di mercato, non è stato effettivamente sostenuto da fondi sufficienti come sostenuto dai suoi operatori. L'incapacità di ottenere un audit adeguato come precedentemente promesso ha ulteriormente infiammato tali sospetti e, a marzo 2019, Tether ha rivelato che le riserve a sostegno dell'USD non possono essere interamente composte da valuta fiat.

 

Il documento dell'AG delinea mesi di turbolenze


Secondo un'affermazione attribuita all'assistente del procuratore generale di New York, Brian Whitehurst, le discussioni tra l'ufficio dell'AG e i rappresentanti di Bitfinex e Tether risalgono a novembre 2018. Il documento afferma che gli studi legali Morgan, Lewis & Bockius LLP di New York e Steptoe & Johnson LLP di Washington, D.C. hanno rappresentato congiuntamente le due società.

 

La dichiarazione precisa i crescenti problemi bancari di Bitfinex e gli sforzi per mantenere i servizi in qualche modo, compresa una relationship  con una società con sede a Porto Rico chiamata Noble Bank che si è conclusa nell'ottobre 2019. Bitfinex e Tether hanno concluso la loro partnership con Noble a causa della sua incapacità di elaborare un elevato volume di bonifici bancari e bassi tassi di interesse,  hanno dichiarato gli avvocati delle due compagnie all'ufficio del procuratore generale.

 

Secondo l'ufficio dell'AG, l'impossibilità di accedere a $ 850 milioni in fondi di clienti / società , e quindi all'incapacità di Bitfinex di elaborare richieste di prelievo, è stata attribuita al processore di pagamento Crypto Capital . CoinDesk ha precedentemente illustrato questi problemi, con alcuni clienti che lamentavano lunghi tempi di risposta e ritardi nel ricevimento dei loro soldi.

 

"I documenti forniti  dimostrano che entro la metà del 2018 Bifinex stava avendo estrema difficoltà a onorare le richieste dei suoi clienti di ritirare i loro soldi dalla piattaforma di trading perché Crypto Capital, che deteneva tutti o quasi tutti i fondi di Bitfinex, rifiutava di elaborare richieste di prelievo da parte dei clienti e rifiutava o non era in grado di restituire alcun fondo a Bitfinex "  - secondo il comunicato.

 

A metà ottobre del 2018, Bitfinex ha rilasciato un documento in cui dichiarava che il ritiro si stava muovendo "senza la minima interferenza", ma che "le complicazioni di elaborazione" avevano portato alla sospensione dei depositi . Questo nonostante il fatto che alcuni clienti si lamentassero ancora per i ritiri lenti.

 

Come notato nel comunicato stampa della AG, l'impossibilità di accedere a questi fondi è stata celata ai clienti, e queste news rappresentano la prima volta che la perdita viene rivelata pubblicamente.

 

"Il 21 febbraio 2019 , in una apposita riunione un consulente legale di Bitfinex e Tether spiegò che, per compensare la perdita apparente di $ 851 milioni a Crypto Capital, Bitfinex e Tether stavano contemplando una transazione che avrebbe permesso a Bitfinex di attingere alle riserve di tesoreria di Tether in base alle necessità " - afferma il documento.

 

Come descritto dal legale , Bitfinex avrebbe preso una linea di credito da $ 600 a $ 700 milioni sui fondi di riserva di Tether. Il consulente legale non ha indicato la ragione e quali benefici ne sarebbero venuti a Tether o ai possessori di USDT  da questa transazione. Né il consulente suggerì  che questa transazione sarebbe stata divulgata al pubblico, compresi gli investitori che negoziano sulla piattaforma Bitfinex o sugli holders di Tether .

 

Queste informazioni sono state motivo di preoccupazione all'interno dell'ufficio dell'AG, secondo il documento.

 

"Le rivelazioni del Counsel alla riunione del 21 febbraio hanno sollevato serie domande sulla sostenibiltà di Bitfinex  , sia sulla possibilità che le riserve di tesoreria di Tether sarebbero state dissipate, e quindi siano completamente irrecuperabili , sia sul fatto che Bitfinex e Tether hanno ingannato i loro clienti  ", ha detto Whitehurst.

 

Le prossime settimane vedrebbero l'ufficio dell'AG continuare a cercare informazioni da Bitfinex e Tether, inclusi i dati su emissioni di cavi e documenti a sostegno delle loro affermazioni riguardanti la perdita di $ 850 milioni.

 

Il 4 marzo 2019 i legali  di Bitfinex e Tether hanno risposto alla lettera dell'AG con una e-mail affermando che " non è possibile ottenere queste informazioni entro il 1 ° marzo ". L'avvocato non ha fornito una data di produzione alternativa , afferma il comunicato.

 

Il 29 marzo, dopo ulteriori discussioni, i rappresentanti hanno comunicato in una lettera all'AG che la linea di credito era stata chiusa e "durante il mese di novembre 2018, Tether ha trasferito $ 625 milioni  conto Bitfinex presso la Deltec.  Bitfinex, a sua volta, ha ordinato di trasferire questi fondi sul suo conto Crypto Capital , per poi trasferirli a sua volta sul conto di Tether su Crypto Capital . Lo scopo di questo scambio era di consentire a Bitfinex di affrontare questioni di liquidità non correlate alle tether. 

 


"Nell'ambito di questa transazione, la linea di credito è garantita da un sovrapprezzo di oltre 60.000.000 di azioni iFinex Inc. di proprietà di DigFinex"Tale transazione si è conclusa il 19 marzo , affermano i legali.
 

 

Secondo il comunicato, anche l'apertura diquesta linea di credito  non è stata rivelata agli investitori.

 

La Risposta di Bitfinex 

 

 
A giovedì 25 aprile 2019 inoltrato, Bitfinex ha rilasciato la seguente dichiarazione:

 

In precedenza, l'ufficio del Procuratore Generale di New York ha emesso un ordine che ha ottenuto - senza preavviso o udienza - nel tentativo di costringere Bitfinex e Tether a fornire determinati documenti tramite l'ingiunzione.

 

I verbali della corte del procuratore generale di New York sono stati scritti in malafede e sono crivellati di false affermazioni, inclusa la presunta "perdita" di 850 milioni di dollari a Crypto Capital.  Al contrario  siamo stati informati che questi importi di capitale crittografico non sono andati perduti ma sono stati,  di fatto, sequestrati e salvaguardati.  Siamo e stiamo lavorando attivamente per esercitare i nostri diritti e rimedi e ottenere quei fondi liberati.  Purtroppo, l'ufficio del Procuratore Generale di New York sembra intenzionato a minare tali sforzi a scapito dei nostri clienti.

 

Bitfinex e Tether sono stati pienamente collaborativi con l'ufficio del Procuratore Generale di New York, in quanto entrambe le società operano nel rispetto delle regole. L'ufficio del Procuratore Generale di New York dovrebbe concentrare il suo operato nel cercare di aiutare e supportare le nostre misure di recupero.

 

Sia Bitfinex che Tether sono finanziariamente forti,  punto e basta. E sia Bitfinex che Tether si sono impegnati a combattere questa grossolana divulgazione da parte dell'ufficio del Procuratore Generale di New York contro aziende composte da ottimi cittadini e forti sostenitori delle forze dell'ordine.  Bitfinex e Tether sfideranno vigorosamente questo e tutte le altre azioni provenienti dall'ufficio del Procuratore Generale di New York.