03-06-2019 3 minuti

Da $ 0 a $ 300 mila. Cosa nasconde la storia di bitcoin?

vlad Scritto da Vlad Golub

Nel 2009, il New Liberty Standard ha fissato il tasso di Bitcoin a $ 1 per 1909 BTC, cioè il prezzo di una moneta era di circa $ 0,000764. In estate dello stesso anno, il costo della prima criptovaluta era salito di quasi cento volte: a $ 0,080 e a metà autunno - a $ 0,50. Quindi, il rally del 2017 non sembra così bello e significativo, vero?

 

Successivamente il ritmo di crescita diventava sempre più intensivo: cosi, a novembre 2013, il prezzo della prima criptovaluta ha raggiunto i $ 1200. Facendo semplici calcoli, il prezzo di BTC è aumentato di 1.570.800 volte in soli quattro anni.

 

Abbiamo studiato attentamente il grafico della prima criptovaluta dal 2013, per capire quale potrebbe essere il futuro di Bitcoin, perché esiste una teoria secondo cui tutto nel mondo è ciclico.

 

La storia

 

La prima ascesa ai vertici di Bitcoin è iniziata a maggio 2013. Il suo prezzo è iniziato a crescere da $ 90. In circa tre settimane, il tasso è salito a $ 134, la crescita è terminata con  un rollback. Di conseguenza, il 6 luglio, il tasso di BTC è sceso di quasi due volte: fino a $ 69. Ma era solo una preparazione per un rally senza precedenti, perché nei sei mesi successivi, il prezzo è cresciuto del 1571%: fino a raggiungere il massimo storico a $ 1.153, fissato il 5 dicembre 2013. All’epoca il mercato ‘toro’ è durato cinque mesi.

 

Dopodiché, in due settimane, la criptovaluta è scesa più di due volte - a $ 552. Il 7 gennaio, Bitcoin è nuovamente salito a $ 1000, ma poi gli ‘orsi’ hanno preso il sopravvento. Nell’arco dell’anno, il prezzo di Bitcoin diminuì, a volte aumentando per un breve periodo. Il risultato del mercato ribassista è stato il raggiungimento del ‘fondo’ a $ 173 - il 17 gennaio 2015 Bitcoin aveva perso l’85% in 12 mesi.

 

Fino all'ottobre dello stesso anno, il prezzo non è riuscito a riprendersi dalla forte ‘caduta’: non superava i $ 300 ma non scendeva sotto i $ 200. Fu da questa cifra che iniziò una nuova impressionante crescita del prezzo della prima criptovaluta. Il 25 agosto 2015, Bitcoin era scambiato a $ 205 e già due mesi e mezzo dopo, il 4 novembre, a $ 488.

 

A giugno 2016, il costo di BTC ha superato i $ 761, a marzo 2017 ha aggiornato il massimo storico precedente e per la prima volta è salito al di sopra di $ 1274. Il 17 dicembre 2017, la prima criptovaluta era scambiata a $ 19.974.

 

Di conseguenza, secondo stime approssimative, il mercato rialzista, questa volta, è durato 28 mesi: da agosto 2015 a dicembre 2017. Durante questo periodo, il prezzo della prima criptovaluta è aumentato del 9884%.

 

Dopo il raggiungimento del massimo assoluto da parte di Bitcoin,  per l'intero mercato del ‘denaro digitale’, sono tornati i tempi difficili: il tasso di BTC è iniziato a calare bruscamente, a febbraio 2018 era sotto i $ 7.200,  il 16 dicembre 2018 il tasso della prima criptovaluta ha trovato il fondo a $ 3200. Il calo è durato per 12 mesi e ha portato un perdita dell’84% rispetto al massimo storico raggiunto da Bitcoin a dicembre 2017, così come quattro anni prima.

 

Il futuro

 

Gli esperti ritengono che nel mese di dicembre 2018, il mercato ribassista sia finito e Bitcoin aumenterà di nuovo di prezzo. Andy Chung, direttore operativo dell’exchange OKEx, è sicuro di questo: secondo le sue previsioni, entro la fine di quest'anno, il costo di BTC salirà a $ 20.000.

 

Ma c'è chi è sicuro che il declino delle valute digitale non sia ancora finito. L’ analista del portale TradingView, con il nickname ‘MagicPoopCannon’, afferma che il mercato ribassista continua e, il 9 ottobre, Bitcoin troverà il ‘fondo’  e scenderà sotto i $ 3000. L'ultima volta, questo trader ha previsto correttamente la discesa del tasso della principale moneta digitale da $ 10.000 a $ 3000. Ma questa opinione è piuttosto impopolare, perché molti esperti sono fiduciosi che i ‘tori’ sono tornati sul mercato delle criptovalute.

 

Se ipotizziamo che il movimento del tasso di criptovaluta sia ciclico, e che il mercato ‘orso’ sia terminato a dicembre 2018, quando Bitcoin è sceso a $ 3,200, ora il suo prezzo dovrebbe aumentare almeno tanto quanto nel 2013 - del 1571% in 5 mesi, quindi a lungo termine, può raggiungere $ 50,272. Se invece la prima criptovaluta sta ripetendo l'ultimo rally del 2015-2017, il suo prezzo dovrebbe aumentare del 9884%, fino a raggiungere i $ 316.288.

 

La cosa certa è che l’interesse per le criptovalute è in costante crescita, l'infrastruttura si sta sviluppando e i governi stanno cominciando a regolamentare questa sfera, quindi tali previsioni non sembrano più irreali. Perciò, la domanda per l’acquisto di Bitcoin aumenterà più volte nei prossimi anni e l'offerta diminuirà a causa dell’halving.

 

Ma il dimezzamento della ricompensa per i miner non è l’unica nota positiva, molti Bitcoin sono già stati persi per sempre, su hard-driver rotti e/o a causa delle password perdute. Inoltre, non da meno, dobbiamo considerare il fattore della morte! Alcuni proprietari deceduti hanno lasciato immagazzinati migliaia di BTC che non potranno mai essere utilizzati da nessuno.

 

Un’altra questione non meno importante sono le ‘balene’, che stanno attivamente immagazzinando i Bitcoin nei propri Wallet, quindi sempre meno monete rimangono per l’acquisto sul mercato. Tutti i fattori precedentemente elencati, rendono il ripetuto aumento del valore di Bitcoin abbastanza ragionevole e logico.