27-06-2019 3 minuti

Il movimento iperbolico di bitcoin è destinato a continuare?

davide.lombardi Scritto da Davide Lombardi

Il Bitcoin ha fatto una cosa mai sperimentata prima nella sua storia.

 

Nel grafico settimanale (timeframe molto lento), possiamo vedere che mai nella storia decennale di bitcoin eravamo passati da un fortissimo ipervenduto - valore 28 di RSI (la forza del prezzo, in giallo), ad un livello di forte ipercomprato a 82 senza mai stornare (17% non è uno storno rilevante), il tutto con una sola "tirata". In precedenza ogni volta che si era arrivati a questi livelli di RSI, da 75-80 in su, il punto di partenza era SEMPRE  pari ad un valore di 50-53.

 


 

Non credo che questo sia di buon auspicio per il futuro di bitcoin nel breve periodo, sia per l'usabilità sia per la reputazione dello stesso. Stiamo salendo in iperbolico, ovvero ad un punto di pre-bolla, l'ultima volta che è accaduto, dicembre 2017, con 5 candele settimanali positive siamo passati da $5.800 a 20.000 (oltre x3 nei prezzi, come questa volta) e poi abbiamo avuto 15 mesi di mercato orso.

 

Se il bitcoin ha avuto la forza di superare la fortissima resistenza in zona 6000-6400, poi quella successiva a 7500 è stata una passeggiata, un po' di resistenza è stata riscontrata intorno agli 8500 (con uno storno del 17%) e poi 9400 era l'unico baluardo prima dei 13400.

 

I $10.000 erano più che altro un livello psicologico, testato solo 1 volta, quindi molto debole.

 

Non avendo più resistenze significative verso nuovi massimi, gli unici due livelli da monitorare sono i ritracciamenti di Fibonacci, il primo a 9400$ (38,2%) e il secondo, più importante, a 13.400$ (61,8%)

 

 

Non solo l'indice di FOMO (euforia) è a 95, massimi storici, ma anche moltissimi oscillatori tra cui l'NVT, che nei precedenti 12 casi, ha avuto un'accuratezza del 100% nel predire cadute dal 35 all'80% (in questo momento, rientriamo nella casistica del peggiori 5 casi cerchiati in verde).

 


 

Tutto è ciclico in natura, così come in economia, si alternano fasi di recessione a fasi di crescita. Immaginate che un economista ci dicesse che le cose andranno sicuramente bene per i prossimi 10, 20 anni senza recessioni. Nessuno gli crederebbe, infatti ci sono sempre delle rivoluzioni o cause di forza maggiore (calamità, guerre, etc…) non prevedibili in archi temporali così lunghi.

 

Inoltre con Libra di Facebook che in questo momento sta monopolizzando il panorama delle news, con un'interpellanza al Senato americano, abbiamo avuto un'anticipazione di quello che può succedere appena si annuncia che 2,6 miliardi di persone potranno fare a meno dell'intermediari bancari.

 

Questo potrebbe capitare al bitcoin (non ora, troppo bassa la mass adoption, ma potrebbe succedere se e quando, diventerà una moneta di scambio), potrebbe capitare a XRP, con l'accordo con Moneygram o qualsiasi altra moneta che potrà seriamente impensierire l'establishment bancario.

 

Altra anomalia è che il mercato non sta "ruotando", siamo in piena depressione sulle Altcoin, avendo saltato il consueto ciclo delle Altcoin 1 mese fa, quando abbiamo lateralizzato per circa un mese in zona 7500-8500 di bitcoin. Nel precedente mercato toro, ci sono stati 3 cicli rialzisti di Altcoin successivi alle salite di bitcoin, dopo massimo 1-2 mesi, questa volta abbiamo fatto 5 mesi senza ciclo per le Altcoin, che sono nella maggior parte ai minimi assoluti, con dominance di bitcoin a 63.4%, vicinissima ad un storico punto di inversione.

 


 

Fare previsioni di breve termine è molto difficile quando abbiamo una salita iperbolica, proprio in questo momento il bitcoin ha perso  $2000  (17%) in 15 minuti, da $13.800 a $11.800,  sono movimenti che nel forex o nel mercato azionario a volte richiedono settimane o addirittura anni.

 

Dovendo dare delle probabilità, nel grafico qui sotto ho segnato il movimento che mi aspetto, ovvero un consolidamento attorno al livello fibonacci 61,8%, ovvero zona $13.400, con escursioni sotto e sopra (linea viola), prima del super atteso ritracciamento, che dovrebbe arrivare quando usciremo dal cerchio rosso, indicativamente entro la prima settimana di agosto.

 


 

Se, invece, restassimo sopra i $13400 per una settimana, i prossimi livelli da monitorare in salita sarebbero sempre quelli di fibonacci - ma molto più deboli - ovvero 16 mila e 20 mila (i vecchi massimi).

 

Quindi il livello di prezzo $13.400 è importantissimo, perché per il lungo termine, è il vero border tra l'inizio del mercato rialzista e il rimbalzo del mercato toro, il che vorrà dire, nel caso in cui non superassimo questi livelli, avremo assistito al rimbalzo della caduta dai massimi di 20.000$, e non all'inizio del nuovo mercato toro.

 

-DL