14-04-2019 1 minuto

Una nuova analisi di Binance ha confermato il probabile cambio di trend

scavolize Scritto da Andrea Scavolini

La divisione di ricerca di Binance ha stilato un nuovo rapporto il quale indica che la profonda correzione dei prezzi di Bitcoin e della stragrande maggioranza delle Altcoin potrebbe essere passata e il cosiddetto ‘fondo’ potrebbe effettivamente già essere stato toccato. 

 

Dall'inizio di quest'anno, Bitcoin è cresciuto di oltre il 40%, tre quarti di questa crescita si è verificata ad aprile. Ma anche prima che la prima criptovaluta salisse bruscamente, anche il mercato delle altcoin mostrò dinamiche positive, che portarono persino all'emergere del termine ‘altseason’.

 

Uno degli aspetti principali su cui i ricercatori fanno attenzione è il grado di correlazione delle criptovalute tra loro. Quindi, il rapporto dice che nel mercato ribassista del 2018, la correlazione dei prezzi interni è aumentata.

 

Riferendosi al fenomeno del movimento congiunto (effetto gregge), gli autori del rapporto suggeriscono che il comportamento irrazionale degli investitori al dettaglio e la natura nascente del mercato nel suo complesso hanno largamente contribuito all'elevata correlazione interna delle criptovalute.


 

 

Un'altra osservazione importante degli autori del rapporto è stata la relazione tra la correlazione dei prezzi delle altcoin in USD e la dinamica dei prezzi di bitcoin. Utilizzando i dati da febbraio 2014 a marzo 2019, i ricercatori hanno scoperto che i periodi di alta correlazione tra altcoins [tra 0,8 e 1] corrispondono a un'inversione di tendenza per Bitcoin.

 


 

 

Il rapporto, tuttavia, contiene una nota:

 

"Data la breve storia del mercato della criptovaluta, sarebbe prematuro affermare che esiste una relazione causale tra picchi di correlazione e inversioni di mercato, o che si tratta in effetti di un effetto gregario durante le stesse inversioni di mercato".

 

I ricercatori di Binance hanno anche concluso che i partecipanti al mercato della criptovaluta sono più inclini a ‘comprare’ solo durante il mercato ribassista ma diventano più attivi durante periodi di significativi aumenti di prezzo.

 

Così, notano i ricercatori, il mercato delle criptovalute si distingue per l'irrazionalità del comportamento dei suoi partecipanti. Ciò, a sua volta, porta alla formazione di bolle o ad una ribasso profondo non giustificato dal declinare della tecnologia della prima criptovluta e che si riflette anche sui grafici degli altri asset.

 

Un quadro del genere, dicono in Binance Research, è stato osservato nel 2018, quando il sentimento pessimista del mercato ha raggiunto il suo apice e lo stesso scenario potrebbe verificarsi anche ora - l'unica differenza è che in questo caso l’indice andrà verso l’alto.