15-10-2018 1 minuto

In vista dell'ipotetico scenario che potrebbe portare a un ''collasso'' di USDT, l’exchange OKEx aggiunge il supporto per altre 4 stablecoin

vlad Scritto da Vlad Golub

OKEx, terzo exchange al mondo in termini di volumi dei scambi giornalieri, Lunedì 15 ottobre ha riferito alla propria community l’implementazione del supporto di quattro stablecoin alternative al token USDT: TrueUSD (TUSD), USD Coin (USDC), Gemini Dollar (GUSD) e Paxos Standard Token (PAX).

 

 

 

L’exchange ha dichiarato che da oggi gli utenti avranno la possibilità di effettuare i depositi tramite gli asset sopraecitati, mentre il coppie di trading saranno attivate Martedì 16 Ottobre. È interessante notare che tutti questi stablecoin saranno scambiate non solo in coppia con il Bitcoin, ma anche con il Tether (USDT).

 

La stablecoin TrueUSD è stata creato dalla piattaforma TrustToken. Secondo quanto dichiarato dagli sviluppatori, la moneta è legata al tasso del dollaro USA ed è completamente coperta da esso: i conti bancari con le corrispondenti riserve in valuta FIAT vengono regolarmente verificati dalle autorità.

 

Il token USD Coin è stato invece lanciato a settembre da Circle, società proprietaria dell’exchange Poloniex. Il token è stato sviluppato utilizzando le tecnologie del consorzio CENTRE, affiliato con la società appartenente a Goldman Sachs, Circle, e mira a diventare il metodo più pratico per spostare i ''dollari tokenizzati'' tra le blockchain pubbliche.

 

Il Gemini Dollar (GUSD) è un token ERC-20, regolamentato dalle autorità dello stato di New York e lanciano dall’exchange Gemini, di proprietà dei fratelli Winklevoss. Questa stablecoin, approvata regolatori statunitensi, permette di infrangere la barriera di diffidenza che separa gli utenti da questa tipologia di token centralizzati.

 

Infine, troviamo anche il Paxos Standard Token (PAX), lanciato dalla blockchain startup che porta il medesimo nome ed anche quest'ultimo come GUSD, è regolamentato dallo stato di New York (NYDFS).