29-04-2019 < 1 minuto

HTC ha rivelato alcuni dettagli del nuovo blockchain-smartphone di seconda generazione

scavolize Scritto da Andrea Scavolini

HTC ha in programma di lanciare il primo smartphone di seconda generazione basato su blockchain entro la fine del 2019. Questo può essere letto come un palese tentativo di incrementare le vendite di smartphone continuando a espandere il proprio ecosistema blockchain, secondo quanto affermato dal responsabile della compagnia, Phil Chen.

 

"Oltre a supportare la gestione delle criptovalute e delle transazioni correlate e il portafoglio di dispositivi elettronici virtuali virtualizzati visti nella generazione precedente, il nuovo telefono estenderà le sue app blockchain per includere altre aree come la navigazione, i messaggi e i social media", ha affermato Chen.

 

"Inoltre, tali applicazioni di comunicazione saranno completate attraverso connessioni peer-to-peer invece di passare attraverso cloud o o server centrali come fatto in precedenza", ha aggiunto Chen.

 

Le prestazioni di vendita del suo primo telefono con tecnologia blockchain Exodus 1 soddisfano pienamente le aspettative dell'azienda. Chen ha anche rivelato che oltre agli utenti di criptovalute come Bitcoin ed Ethereum, c'è anche una notevole domanda per Exodus 1 da parte di nuove startup che si dedicano al trading di criptovaluta più frequentemente.

 

Per concludere riportiamo che secondo la compagnia, sono operazioni di successo come quelle di Uber e Airbnb che stanno dando il via all'attuazione del concetto di blockchain e decentralizzazione.