27-02-2019 1 minuto

Jamie Dimon: non è escluso l'uso di JPM Coin per scopi consumistici

alexfer33 Scritto da Alessio Ferraro

JPMorgan, una delle principali holding finanziarie statunitensi, può ampliare significativamente il numero di use case dalla propria stablecoin, JPM Coin. Le dichiarazioni al riguardo sono state rilasciate in un'intervista alla CNBC dal CEO della popolare banca, Jamie Dimon.

 

Secondo quanto ha dichiarato Dimon, in futuro, JPMorgan Coin potrà essere utilizzata non solo per pagamenti interni e commerciali, ma anche per quelli di consumo.

 

Sul sito di JPMorgani si legge:

 

'La criptovaluta JPM Coin è adatta per l'uso non solo nella blockchain Quorum, ma anche in tutte le reti blockchain standard'

 

Inizialmente, JPM considerava tre aree di utilizzo della propria stablecoin legate alle attività interne della banca: come strumento per effettuare pagamenti internazionali a clienti aziendali, per il regolamento immediato di titoli e per la sostituzione dei dollari ai clienti dei servizi di custodia.

 

Molto probabilmente, nelle prime fasi di sviluppo, JPM Coin aderirà a questo piano.

 

Nel frattempo, i dubbi sul successo commerciale di JPM Coin sono stati espressi dal CEO del wallet Abra e dall'ex analista di Goldman Sachs Bill Barhydt in un'intervista a Fortune.

 

'La nuova iniziativa di JPMorgan Chase è più simile a un libro mastro per il calcolo delle transazioni rispetto che a una moneta. Se questa rappresenta una blockchain privata con una propria moneta privata, allora non merita attenzioni'.

 

Ricordiamo che l’informazione che JPMorgan ha sviluppato la propria stablecoin, JPM Coin, è apparsa a metà febbraio. Si prevede che a breve la banca inizierà gli esperimenti con essa in condizioni reali.