19-03-2019 1 minuto

Il principale e-commerce della Svizzera ha iniziato ad accettare pagamenti in criptovalute

scavolize Scritto da Andrea Scavolini

Il più grande rivenditore online della Svizzera, Digitec Galaxus Group,  ha annunciato che le sue due piattaforme web accettano pagamenti in criptovalute. La notizia riguarda il popolare Bitcoin e un'altra dozzina di criptovalute: quindi, il più grande e-commerce della Svizzera, ha annunciato ieri di aver iniziato ad accettare pagamenti in BTC, ETH, BCH, BSV, XRP, BNB, LTC, TRX, OMG e NEO.




Il negozio eCommerce ha dichiarato che l'importo minimo dell'ordine per i pagamenti criptati è di 200 CHF senza importo massimo, attraverso un servizo di terzi, Coinify. La start-up danese convertirà pagamenti criptati in valuta fiat in tempo reale, proteggendo così i commercianti dalla notoria volatilità dei prezzi delle criptovalute. Digitec e Galaxus ci tengono a mettere in chiaro che non manterranno le criptovalute, ma lasceranno comunque che gli utenti le possano usare senza ostacoli.


Il processo di acquisto di un prodotto dallo store Digitec Galaxus è semplice. Il cliente deve aggiungere un prodotto nel suo carrello, andare alla cassa e selezionare criptovalute come metodo di pagamento. Quindi verrà reindirizzato al sito Web di Coinify dove il cliente può selezionare la sua moneta preferita per il pagamento. Si otterà un tasso di conversione valido per 15 minuti insieme ai dettagli del pagamento in una nota di testo e un codice QR. Dopo un'operazione andata a buon fine, Coinify confermerà il pagamento entro pochi minuti e Digitec Galaxus elaborerà l'ordine del cliente.

 

Aggiungiamo inoltre che Digitec Galaxus non addebita alcuna commissione per i pagamenti in criptovaluta in nessuno dei suoi negozi eCommerce. Le uniche commissioni che i clienti devono pagare sono l'1,5% per le conversioni di Coinify.

 

Per concludere riferiamo che la Svizzera sembra essere un paese favorevole al settore delle criptovalute: infatti questo annuncio arriva non molto tempo dopo che la Swissquote Bank, con sede in Svizzera, diventa la prima istituzione finanziaria ad offrire ICO sulla sua piattaforma.