16-04-2019 2 minuti

LedgerX rivela l'offerta per battere Bakkt nel lancio dei futures su Bitcoin 

vlad Scritto da Vlad Golub

La società ha annunciato lunedì di aver presentato una licenza per il mercato di contratti designati (DCM), che consentirebbe a LedgerX di offrire ai propri clienti dei futures bitcoin fisici. A differenza dei futures bitcoin liquidati in contanti offerti da CME Group (e in precedenza, Cboe), i clienti riceverebbero i bitcoin effettivi basati su un contratto dopo la sua scadenza, piuttosto che ottenere l'equivalente in dollari statunitensi. 

 

In particolare, LedgerX è in grado di indirizzare gli investitori al dettaglio con la sua nuova offerta, ha dichiarato Juthica Chou, che funge sia da capo che da direttore operativo di LedgerX. 

 


'Saremo in grado di servire clienti di qualsiasi dimensione, non saremo limitati a [clienti istituzionali]', ha detto Chou a CoinDesk. 

 

Una volta approvato, LedgerX offrirà bitcoin, opzioni e future su bitcoin ai clienti al dettaglio attraverso una nuova piattaforma, soprannominata Omni. Omni, costruita sull'infrastruttura esistente di LedgerX, fungerà da provider per i servizi di custodia e di trading. La piattaforma originale di LedgerX ha ricevuto l'approvazione regolamentare per il lancio a luglio 2017, anche se la piattaforma stessa è stata pubblicata solo alla fine di quell’anno. 

 

'La nuova piattaforma utilizzerà inoltre l’insieme delle liquidità di LedgerX per offrire ai clienti al dettaglio un'esperienza di primo livello sin dal primo giorno', ha affermato Chou.


 
Il lancio di una piattaforma di vendita al dettaglio con offerte sui future è "sempre stato il nostro piano", ha affermato Chou. La società ha iniziato a offrire prodotti derivati fisicamente regolamentati nell'ottobre 2017, scambiando 1 milione di dollari nella prima settimana.

 

'Una volta che la piattaforma si è dimostrata stabile e abbiamo ottenuto una cadenza operativa, abbiamo richiesto una licenza con la CFTC', ha detto Chou, aggiungendo: 'Per noi questa è una mossa molto importante perché il bitcoin è disponibile per tutti e noi ... volevamo davvero rendere i nostri prodotti derivati disponibili per tutti gli investitori'.

 

Per quanto riguarda la tabella di marcia la società ha richiesto una licenza per offrire contratti futures nel novembre 2018 ed è stata impegnata in un "dialogo costruttivo" con la CFTC da allora, ha affermato Chou. Tuttavia, lei non ha potuto stabilire una scadenza per quando la CFTC potrebbe approvare l'applicazione di LedgerX, o quale tipo di responso l'azienda si aspetta dai clienti. 


Operativamente, la società è già pronta a fornire servizi sui future, secondo Chou; poi ha continuato:

 

'Custodiremo i bitcoin nello stesso modo in cui lo facciamo attualmente, ovviamente siamo operativi da più di un anno e mezzo, e abbiamo una licenza CFTC, la licenza DCO, che ci consente di custodire i bitcoin.'

 

Mentre CME e Cboe hanno entrambi iniziato a offrire futures bitcoin regolati in contanti a dicembre 2017, nessuna società ha mai lanciato un equivalente fisicamente definito.

 

Diverse importanti società prevedono di lanciare contratti futures con bitcoin fisicamente stabiliti, tra cui Bakkt, la società costituita dalla società madre Intercontinental Exchange della Borsa di New York; Seed CX , l’exchange di cryptovalute sostenuto da Bain Capital Ventures; ed ErisX, una startup supportata dall'intermediario TD Ameritrade. 

 

Tuttavia, tutte queste aziende sono in attesa di approvazioni normative , dando a LedgerX la possibilità di essere la prima ad operare con un prodotto reale.

 

"Questa è un'evoluzione naturale e deriva dal fatto che operiamo in un mercato fisicamente stabile da più di un anno e mezzo, quindi è stata un'estensione naturale", ha affermato Chou. "Siamo sempre entusiasti di essere i primi”.