20-05-2019 < 1 minuto

BCE: la criptovaluta non minaccia la stabilità finanziaria globale

vlad Scritto da Vlad Golub

La Banca centrale europea (BCE) ha pubblicato una relazione intitolata ‘'Crypto-Assets: implicazioni per la stabilità finanziaria, la politica monetaria, i pagamenti e l'infrastruttura di mercato'’, (Crypto-Assets: Implications for financial stability,  monetary policy, and payments and market infrastructures) che affronta il potenziale impatto della criptovaluta sull'economia globale.

 

Il documento rileva che le valute digitali possono potenzialmente influire sulla stabilità finanziaria solo se sono riconosciute come sostitutive di depositi e denaro, ciò significa che per il momento non rappresentano alcuna minaccia.

 

Tuttavia, al momento la criptovaluta non soddisfa la definizione di denaro e il loro uso è limitato, afferma il rapporto.

 

Secondo gli autori del documento, uno dei principali ostacoli all'uso delle criptovalute come denaro è ‘’l’assenza di un'istituzione specifica (ad esempio: una banca centrale o un'autorità monetaria) che protegga il valore degli asset digitali“.

 

La BCE inoltre sottolinea che lo sviluppo delle stablecoin deve essere particolarmente monitorato, visto che”possono diventare meno volatili se forniti con riserve di banche centrali".

 

In precedenza il presidente della BCE, Mario Draghi, ha affermato che il regolatore non riconosce Bitcoin come moneta e ha sottolineato che la criptovaluta non è attualmente abbastanza significativa da influenzare la macroeconomia.