09-03-2019 < 1 minuto

ONU: hacker nordcoreani attaccano gli exchange di bitcoin per eludere le sanzioni

alexfer33 Scritto da Alessio Ferraro

Come riporta il Nikkei Asian Review, secondo il rapporto del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite, la Corea del Nord ha organizzato attacchi agli exchange di criptovalute per acquisire valute estere e mitigare così gli effetti delle sanzioni economiche internazionali.

 

Le sanzioni per contrastare i programmi di missili nucleari della RPDC hanno avuto un impatto negativo sulle esportazioni di carbone e, di conseguenza, hanno ridotto i guadagni in valuta estera del paese.

 

Secondo gli esperti, le criptovalute ottenute dagli hacker forniscono al governo nordcoreano ‘ulteriori opportunità di eludere le sanzioni’. Inoltre, gli autori del rapporto sono fiduciosi del fatto che utilizzando le risorse digitali è possibile riciclare fondi e che il regolamento del governo non si può applicare a tali monete.

 

Secondo i ricercatori, per il periodo compreso tra gennaio 2017 e settembre 2018, gli hacker hanno attaccato con successo gli exchange asiatici almeno cinque volte. La perdite delle piattaforme di criptovalute sono stimate in 571 milioni di dollari.

 

Gli esperti raccomandano ai membri delle Nazioni Unite di scambiare informazioni sugli attacchi informatici della Corea del Nord con altri governi e istituzioni finanziarie in modo più efficiente, al fine di identificare e prevenire tali azioni.