30-11-2018 1 minuto

L'account di Satoshi Nakamoto sul sito web della ‘P2P Foundation’ è di nuovo attivo

vlad Scritto da Vlad Golub

12 ore fa, l'account del creatore di Bitcoin, Satoshi Nakamoto, sul sito web della ‘P2P Foundation’ ha pubblicato un post contenente una sola parola - ‘nour’. Ha anche aggiunto agli amici un uomo di nome Wagner Tamanaha, che probabilmente vive a San Paolo, in Brasile.

 


 

Sottolineiamo che - Nour o Noor / Nur, se in maiuscolo, è un nome arabo, che letteralmente significa ‘luce’. Tuttavia, l'account di Satoshi ha scritto la parola in minuscolo.

 

È interessante notare che il ricercatore senior della startup nChain, Craig Wright, ha successivamente pubblicato un post in arabo.

 

 

‘La luce persegue l'oscurità’, ha scritto Wright su Twitter

 

Tuttavia, nei commenti sotto il tweet, la community ha subito accusato a Craig Wright di usare la situazione per confermare il suo mito, secondo il quale lui è il vero Satoshi. Inoltre, gli utenti hanno notato che Wright ha scritto il proprio tweet circa sette ore dopo l’ultimo accesso di Satoshi al sito della ‘P2P Foundation’.

 

 

Inoltre aggiungiamo che, un hacker di nome Jeffrey, nel 2014, è riuscito ad hackerare l’email di Satoshi - satoshin@gmx.com  e ha anche pubblicato un post su P2P Foundation. Jeffrey affermava di possedere i dati sulla vera identità del creatore di Bitcoin e presumibilmente era pronto a venderli.

 

Infine, vale la pena sottolineare che la maggior parte della community è incline a pensare che l'account di Satoshi sia stato violato di nuovo.