06-11-2018 < 1 minuto

Le banche venezuelane mostrano i fondi dei possessori di El Petro

vlad Scritto da Vlad Golub

Alcune banche che soffrono di una grave crisi economica in Venezuela hanno iniziato a mostrare i saldi sui conti degli utenti nella criptovaluta nazionale El Petro. La notizia è riportata da Bitcoin.com.

 


 

 

Così, nonostante il fatto che la maggior parte dei residenti non sia particolarmente interessati all'uso di criptovaluta, le istituzioni finanziarie del paese sono conformi con gli ordini delle autorità, integrando attivamente nuovi mezzi di pagamento nell’online banking. Ciò include, in particolare, le banche venezuelane Banesco e Mercantil. La fonte riporta anche che BBVA Provincial e BFC seguiranno presto l'esempio di queste banche.

 

Ad agosto, le autorità del Venezuela, nel quadro della riforma monetaria, hanno annunciato la valuta locale, ammortizzata a causa dell'iperinflazione. Cinque zeri furono rimossi dal valore nominale della vecchia unità monetaria. Le autorità hanno anche promesso di collegare una nuova unità monetaria, bolívar soberano, alla valuta digitale El Petro. 

 

Dopo un po 'di tempo, Reuters ha condotto un'indagine giornalistica, durante la quale è diventato chiaro che  El Petro non è sostenuto praticamente da nulla.

 

Nel frattempo, il volume degli acquisti di BTC tramite LocalBitcoins in Venezuela ha raggiunto un livello storico.

 


 

Ciò suggerisce che molti residenti del paese stanno ancora cercando la salvezza dall'iperinflazione e dagli esperimenti socialisti nel buon vecchio Bitcoin.