03-12-2018 < 1 minuto

Nicolas Maduro ha alzato il prezzo di ''El Petro'' di 2,5 volte

vlad Scritto da Vlad Golub

Il presidente venezuelano, Nicolas Maduro, ha dichiarato che il prezzo della criptovaluta nazionale ‘El Petro’ aumenterà da 3.600 a 9.000 bolivar, scrive Bloomberg.

 

L'economista venezuelano, Leonardo Buniak, ha notato che, con questa decisione, Maduro ha svalutato il prezzo di Bolivar di oltre il 100%.

 

‘Bolivar ancorato al ‘Petro’, è un ancoraggio al vuoto. 'El Petro' non può essere considerato affatto una criptovaluta, perché il suo valore è fissato dal presidente e non è determinato dal rapporto tra offerta e domanda', ha affermato l'economista.

 

Inoltre, il presidente venezuelano ha aumentato il salario minimo, il quale a sua volta era ancorato al Petro, da 1.800 a 4.500 bolivar. Al tasso odierno, sul mercato nero, il nuovo salario, convertito in dollari, è pari a circa $ 9,5 al mese.

 

Inoltre, anche se il governo ha già iniziato a rilasciare i voucher per l’acquisto di ‘El Petro’, non è ancora disponibile alcun wallet per la memorizzazione della criptovaluta statale. Infine, la valuta digitale ‘secured by oil’ non contiene i dati sull'attività nella rete e sulle transazioni confermate. Quindi, molto probabilmente, la criptovaluta ‘El Petro’ non ha una blockchain.

 

A novembre, Nicolas Maduro ha dichiarato che la criptovaluta nazionale può essere scambiata solo se acquistata prima del 2019. Allo stesso tempo, le banche venezuelane hanno iniziato a mostrare il saldo degli account in Petro.