23-02-2019 2 minuti

Samsung: nuovi dettagli sulle funzioni crypto del Galaxy S10

alexfer33 Scritto da Alessio Ferraro

8 marzo: il giorno in cui inizieranno le vendite dello smartphone top di gamma di casa Samsung, il Galaxy S10. 

 

Come vi abbiamo anticipato in un precedente articolo, il prossimo smartphone della multinazionale sudcoreana avrà il supporto crypto integrato, novità assoluta per un dispositivo di tale calibro. 

 

Da una prima anteprima, Samsung ha rivelato alcuni dettagli inerenti alle funzionalità crittografiche, una di queste è l'app ‘Blockchain Keystore’ che permette di gestire e conservare le proprie criptovalute in modo sicuro.  

 

In base ai termini e alle condizioni dell'app, Blockchain Keystore genera e memorizza una chiave privata basata sulla tecnologia blockchain in una ‘cassaforte’ protetta integrata nel dispositivo. Può firmare e archiviare in sicurezza le transazioni in criptovalute tramite blockchain. 

 

L’app Blockchain Keystore sarà potenzialmente in grado di essere installata su tutti i dispositivi mobili Samsung. 

 

I T & C del telefono, inoltre, affermano che i servizi di terze parti forniti da affiliati possono essere utilizzati anche sul dispositivo e varie applicazioni decentralizzate basate su blockchain (dapps) potranno essere utilizzate sul Galaxy S10. In particolare, il video introduttivo al wallet fornisce un assaggio di un menu chiamato "Dapps" accanto al pulsante del wallet. 

 

Quando si accede al Keystore per la prima volta, Samsung spiega che la ‘chiave personale’ dell'utente è necessaria per utilizzare vari servizi blockchain, aggiungendo che deve essere memorizzata in modo sicuro. La chiave, in questo caso, indica una password. 

 


 

Ma cosa fai delle tue chiavi private se perdi il telefono? Secondo i T & C, le chiavi private memorizzate nel Keystore dell'S10 vengono salvate in un account personale fornito da Samsung. Se il telefono viene perso o rubato, gli utenti possono accedere al dispositivo ed eliminare la chiave privata tramite il servizio ‘Trova il mio telefono’. Inoltre, se una chiave privata viene cancellata per errore, gli utenti possono ripristinarla tramite il servizio. 

 

La centralizzazione dello storage delle chiavi, in tale modo, è sicuramente destinata a sollevare domande sulla sicurezza.  

 

Effettuare transizioni è semplicissimo. Dopo aver inserito l'indirizzo, l'importo e la commissione da inviare e in seguito premere il pulsante "invia". Verrà infine richiesto di confermare la transazione con l'ID dell'impronta digitale o il codice PIN. 

 


 

Ovviamente, è possibile inserire gli indirizzi utilizzando la fotocamera per eseguire la scansione del codice QR, se disponibile. 

 

L'app sembra supportare Ethereum (ETH) e Bitcoin (BTC) per impostazione predefinita, in quanto vi sono i loro loghi nell'immagine introduttiva di Blockchain Keystore. Inoltre, esiste un pulsante "aggiungi" per criptovaluta / token, quindi gli utenti saranno presumibilmente in grado di utilizzare altre crypto ed i token ERC-20 basati su Ethereum tramite il portafoglio. 

 

Curiosamente, Blockchain Keystore fornisce anche suggerimenti sulla possibilità di connessione alla piattaforma di pagamenti Samsung Pay in futuro. I termini e le condizioni spiegano che il Gruppo di servizi di pagamento di Samsung è responsabile per richieste relative ai pagamenti di Blockchain Keystore.