L'italia si aggiudica il 3° posto nella lista dei paesi del mondo dove si accettano Bitcoin come metodo di pagamento

Scritto da Vlad Golub
1 minuto 03-12-2018

Banner image

Gli analisti della piattaforma 'The Block' hanno condotto uno studio nel corso del quale sono stati identificati i paesi in cui i pagamenti di criptovaluta sono più popolari.

 

L'analisi è stata effettuata sulla base dei dati di Coinmap che raggruppa tutti i siti web, gli sportelli ATM, i negozi e le aziende che accettano i pagamenti in Bitcoin.

 

Si è scoperto che, attualmente, ci sono più di 13 mila aziende che lavorano con le criptovalute e in particolare con il BTC. Le aziende sono state suddivise in categorie e le prime 3 posizioni occupano rispettivamente: Shopping, Food e ATM. 

 


 

Più del 50% di queste aziende ha iniziato ad accettare il Bitcoin come metodo di pagamento tra il 2013 e il 2015. Il picco dell’interesse per i pagamenti in criptovaluta è avvenuto nel 2014, il quale è stato seguito da un calo abbastanza drastico, ma nel 2017, assieme al rally della prima criptovaluta, anche l'interesse verso i pagamenti in bitcoin sono tornati.

 


 

Se invece prendiamo in considerazione le aree geografiche riguardanti l'uso di Bitcoin, possiamo osservare che più del 1/4 di tutti gli esercizi commerciali che accettano le criptovalute si trovano negli Stati Uniti, l’Italia occupa la 3 posizione con il 4.7%! 

 


 

Inoltre, The Block, ha stipulato un importante grafico intitolato: '’il numero degli esercizi commerciali che accettano il bitcoin per un milione di persone’’, é una classifica guidata dalla Slovenia con più di 40 negozi per un milione di persone, l’Italia si trova al 22° posto, subito dopo gli Stati Unti, con circa 9 posti che accettano le criptovalute per un milione di persone.

 


 

Tra le città il primato è di Praga. Ha il più alto numero di esercizi commerciali che accettano  bitcoin per milione di abitanti.

 


 

Aggiornamento giornaliero

I nostri social


Le idee e le opinioni espresse in questo articolo non sono da considerare come un consiglio finanziario. Qualsiasi trade o investimento comporta dei rischi: si consiglia di condurre la propria ricerca prima di prendere una decisione definitiva. Il sito CryptoRivista.com non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001

[@username_url] profile img @vlad
Vlad Golub
CEO
611 NOTIZIE
10 ARTICOLI

Vlad Golub è il CEO di CryptoRivista ed è uno dei autori. Interessato alla scena di Bitcoin sin dal 2014, adora scrivere dei nuovi modi grazie ai quali la tecnologia Blockchain migliorerà il mondo.