JPMorgan: le valute digitali potrebbero indebolire la forza geopolitica degli Stati Uniti

Gli analisti di JPMorgan, una delle più influenti banche al mondo, hanno pubblicato un rapporto in cui si afferma che la continua diffusione delle criptovalute potrebbe indebolire il potere mondiale degli Stati Uniti, riporta Bloomberg.

“A causa delle criptovalute, il potere degli USA nel mondo si indebolirà notevolmente”, questo è il messaggio implicito che volevano comunicare gli analisti di JPMorgan.

Gli esperti sottolineano che il potere geopolitico degli Stati Uniti deriva dal fatto che Washington possiede il monopolio assoluto sul Dollaro USA (USD), a cui l’economia globale fa affidamento. La valuta nazionale degli Stati Uniti ha uno status di riserva e funge da mezzo di scambio per il commercio internazionale di materie prime, beni e servizi, il che offre agli USA enormi vantaggi e un influenza significativa su tutte le economie del mondo.

Gli specialisti di JPMorgan non prevedono che il dollaro perda lo status della valuta FIAT più importante del mondo, ma prestano l’attenzione all’indebolimento dei suoi fondamentali. Ciò si manifesta in una diminuzione della quota delle transazioni commerciali con l’utilizzo del Dollaro e in una diminuzione del ruolo del sistema interbancario internazionale SWIFT in transazioni transfrontaliere.

I ricercatori hanno anche sottolineato che il sistema SWIFT, che ora sta perdendo la battaglia contro le soluzioni FinTech, ha agito come uno strumento chiave per le sanzioni contro l’Iran, tagliando le banche commerciali del paese dal sistema finanziario globale nel 2018.

Quindi, attualmente, per esercitare il potere geopolitico agli USA non serve l’esercito o le armi, ai politici di Washington basta “staccare le banche del nemico” dal sistema SWIFT.

Invece con le criptovalute, che non utilizzano le transazioni tradizionali, i paesi potrebbero diventare indipendenti. L’indipendenza economica, sottolineano gli esperti di JPMorgan, deriva dal potere di condurre gli scambi commerciali internazionali senza le regole di una terza parte.

Per questa ragione, gli autori del rapporto di JPMorgan hanno suggerito alle autorità degli USA di creare una propria valuta digitale