FCA interrompe la distribuzione delle Wiredcard di Crypto.com

Come è stato confermato qualche minuto fa a Coindesk, Crypto.com ha confermato che si sta muovendo per rimborsare i propri clienti dopo che la Financial Conduct Authority (FCA) del Regno Unito ha ordinato all’emittente di carte Wirecard di interrompere immediatamente tutte le operazioni dopo aver ammesso la scorsa settimana di aver perso $ 2,1 miliardi.

Il CEO Kris Marszalek ha affermato che l’azienda procederà rapidamente con l’accredito dei fondi sui portafogli degli utenti durante le prossime 48 ore.

L’FCA ha commentato la decisione sottolineando come fosse per l’autorità un dovere proteggere gli utenti e limitare l’accesso ai capitali societari.

Mentre il gruppo Wirecard ha sede a Monaco ed è fuori dalla giurisdizione della FCA, Wirecard Card Solutions ha i suoi uffici a Newcastle, nel nord dell’Inghilterra. L’annuncio riguarda tutte le carte emesse da Wirecard Card Solutions, comprese quelle appartenenti a Crypto.com e agli utenti TenX. Anche se non è ancora chiaro cosa potrebbe accadere, una possibilità è che tutte le carte Wirecard smettano di funzionare.

Entrambe le società hanno assicurato ai clienti che i loro fondi erano al sicuro, in quanto detenuti da un istituto finanziario separato, ma i rappresentanti hanno rifiutato di dire se già fossero in cerca di un altro emittente di carte.

Il CEO ha peraltro aggiunto che il team sta già lavorando su soluzioni alternative con i partner per assicurare che i clienti possano continuare ad utilizzare le loro carte, fornendo aggiornamenti a tempo debito.