eToro: la piattaforma di investimento sta preparando il lancio della propria carta di debito

La piattaforma di investimento social eToro, che supporta anche il trading di Bitcoin e altre criptovalute, prevede di iniziare a emettere le proprie carte di debito entro la fine dell’anno. I primi proprietari del nuovo prodotto saranno i membri dell’eToro Club residenti in Regno Unito, successivamente le carte arriveranno anche agli associati residenti in Europa e, infine, a tutti coloro che non appartengono al club, riporta TechCrunch.

eToro Card

Le carte di eToro verranno emesse da Marq Millions, una società acquisita di recente dalla piattaforma di social trading. La startup Marq Millions, che attualmente possiede una licenza speciale per operare nel campo di e-money e fa parte del hub di Visa, cambierà il nome in eToro Money.

Inoltre, come parte dell’accordo, eToro erediterà la licenza EMI (Electronic Money Institution) rilasciata a Marq Millions dal regolatore finanziario del Regno Unito, nonché la membership tra i partner di Visa.

Secondo le prime indiscrezioni, la carta della piattaforma consentirà agli utenti di fare i prelievi istantanei di fondi, una “feature” simile a quella di “Binance Card”. Grazie a questa nuova funzione, osservano i rappresentanti di eToro, i clienti della piattaforma avranno un modo aggiuntivo di ritirare i loro profitti in fiat.

Le prime notizie riguardanti il lancio della carta di eToro trapelarono all’inizio di quest’anno. Secondo i rumor, il lancio della “eToro Card” era previsto per il secondo trimestre del 2020. Tuttavia, nonostante il rinvio del lancio a causa della pandemia di COVID-19, il CEO e co-fondatore di eToro Yoni Assia si aspetta un grande interesse per il nuovo prodotto da parte dei 14 milioni di utenti registrati sulla piattaforma di social trading.

Infine ricordiamo che, di recente, Visa ha annunciato la propria disponibilità a sostenere attivamente lo sviluppo dello spazio dei pagamenti digitali, che comprende le criptovalute e l’e-money. La società intende prestare particolare attenzione alla sicurezza e alla privacy dei pagamenti digitali e supportare le crypto-startup, nonché le soluzioni basate su blockchain.